Blog

HomeSocial MediaQuali saranno le tendenze del web marketing nel 2014?
like

Quali saranno le tendenze del web marketing nel 2014?

A porsi per primo questo quesito e a riflettere sulle potenzialità future della rete è stato Jayson DeMers in un articolo su Forbes. Da una attenta analisi degli strumenti che stanno producendo ottimi risultati, l’autore ha individuato le strategie più gettonate nel 2014, in particolare i 7 trend che caratterizzeranno il web marketing del prossimo anno.

1. Contenuti di qualità: per un content marketing pertinente ed efficace
Creare contenuti di qualità da distribuire su diversi media è oggi una delle strategie più efficaci cui le aziende ricorrono per acquisire autorevolezza e guadagnarsi la fiducia di consumatori e clienti.
Attualmente la migliore strategia di content marketing passa attraverso i social media, con articoli su siti in tema di business, newsletter, case history, video, che contribuiscono in maniera rilevante a incrementare la reputazione dell’azienda che li produce e a fidelizzare l’audience. Il marketing attuato con le tecniche più tradizionali, come ad esempio le pubblicità in tv o in radio, stanno diventando sempre meno efficaci. Bisogna puntare di più sull’inbound marketing, cercando di interessare il cliente con dei contenuti specifici.
2. Social media marketing: è necessario diversificare
I social media sono in costante crescita, quasi ogni giorno ne nasce uno nuovo, e alcuni tra questi che hanno raggiunto una certa popolarità, come Pinterest, Google+, Tumblr e Instagram, hanno incrementato la loro offerta con numerose opzioni che permettono di fare marketing. È importante scegliere di impegnarsi in uno specifico social che più si adatti alle necessità del proprio marchio e non lasciarsi trasportare dall’entusiasmo per l’uscita di tutti questi nuovi social network.
Ogni brand deve identificare quali social sono adatti al proprio business, la diversificazione si rivela efficace, perché consente di veicolare contenuti in diverse forme, di raggiungere un target più ampio e di costruire una brand equity articolata.
3. Immagini al centro dell’informazione
La grande quantità di informazioni e messaggi pubblicitari con cui clienti e consumatori sono bombardati rende necessario proporre contenuti facili e veloci da recepire. L’immagine è la soluzione a questa necessità. Le immagini attraggono l’attenzione, sono di fruizione immediata e hanno un altissimo potenziale virale. Una prova è l’alto numero di condivisioni di tutti quei post o articoli che si interrompono strategicamente per inserire un’immagine. Anche gli infographic sono un ottimo strumento da sfruttare: unire grafici a immagini e poco testo spiegando in maniera concisa un argomento. Il testo scritto non andrà mai “in disuso”, ma certamente le immagini ne saranno l’imprescindibile accompagnamento.
4. Elogio della semplicità: comunicazione e messaggi diventeranno minimalisti
Nell’era del rumore assordante della rete, sempre più caotica, ridondante e affollata di messaggi più o meno gridati, nel web marketing si sta facendo strada la semplicità del messaggio e dell’estetica. Alcuni dei brand più innovativi, come Apple e Google, da tempo puntano tutto sulla semplicità del messaggio attraverso una grafica minimalista e pulita, quindi percepita come elegante e sofisticata. Nell’anno che verrà le campagne di marketing più efficaci saranno quelle che non solo costruite di per sé all’insegna della semplicità, ma che promuovono prodotti e servizi per semplificare la vita del consumatore o del professionista o per migliorarne l’esperienza.
5. Mobile diventa un must have
L’esperienza online si sta trasferendo dal computer, sia esso fisso o portatile, ai dispositivi mobili.
Data l’enorme diffusione di smartphone e tablet è obbligatorio creare dei contenuti accessibili anche dai diversi device. Secondo le stime di Forbes l’87% dei dispositivi per navigare in rete in vendita entro il 2017, saranno proprio tablet e smartphone. Oltre al design specifico per la versione mobile, è essenziale provvedere a un’esperienza rilevante anche per quegli utenti che accedono a internet dal mobile.
Per le aziende quindi, quella di adattare i propri contenuti al mobile non è più una scelta, ma una necessità: siti e newsletter devono essere disegnati appositamente per i piccoli schermi, pena la perdita dei clienti a favore dei competitor “mobile friendly”.
6. Retargeting: la nuova frontiera che incrementerà le conversioni
È uno dei più recenti sviluppi del web marketing, e si affermerà in maniera crescente nel prossimo anno. Utilizzando i cookies del browser, si tracciano i siti visitati dall’utente a cui verranno riproposti in seguito e su altri siti, sotto forma di inserzione, gli stessi articoli a cui lui stesso si era interessato. Poiché solo il 2% del traffico internet produce conversioni alla prima visita, il retargeting è un modo efficace per mantenere alta l’attenzione dell’utente su quello specifico prodotto o brand e per creare quelle familiarità e consuetudine che contribuiscono a generare fiducia e a maturare la decisione di acquisto.
7. La visibilità sul web dipenderà sempre più dal consenso sui social
L’attività sui social media gioca un ruolo fondamentale nel posizionamento di una pagina nel motore di ricerca perché è uno dei tre pilastri della SEO. Più un contenuto viene condiviso, più aumenta la probabilità che la sua qualità sia alta e quindi verrà mostrato tra i primi risultati nei motori di ricerca, basati sul criterio di rilevanza. Per questo sempre più aziende inseriranno i bottoni di condivisione social sulle proprie pagine web incoraggiando gli utenti a condividerne i contenuti.

Quali saranno le tendenze del web marketing nel 2014? ultima modifica: 2013-11-26T09:48:35+00:00 da Piesseweb

by

Web Developer & Business Consultant